Modifica condizioni di separazione/divorzio

Quando i coniugi vogliono, congiuntamente e/o separatamente, modificare le condizioni di natura economica della separazione.

Modifica condizioni di separazione/divorzio
faq

 

le risposte

alle

domande

piu’ frequenti

Nei casi di separazione giudiziale o separazione consensuale le condizioni di natura economica raggiunte in sede di separazione possono essere modificate se sopravvengono giustificati motivi.

Dette modifiche sono consentite quando vi siano delle discordanze tra la situazione economica in sede di giudizio e la situazione economica venutasi a creare successivamente.
Non sono ammessi però  tardivi ripensamenti da parte di un coniuge non soddisfatto dall’assetto di interessi concordato.

La clausola rebus sic stantibus (finché stanno così le cose), cui sono soggetti i provvedimenti che si accompagnano alla separazione presuppone per la loro revisione, la sopravvenienza di circostanze che i coniugi non potevano prevedere al momento della separazione (tipico esempio è quello del percepimento del TFR o della perdita del posto di lavoro).

Lo studio legale Solza assiste la clientela in tutte le ipotesi di modifica delle condizioni di separazione e di divorzio sia consensuale che giudiziale.

 

TEMPI DELLA MODIFICA DELLE CONDIZIONI DI SEPARAZIONE/DIVORZIO 

I tempi per ottenere la modifica delle condizioni sono di pochi giorni e senza fare udienze in tribunale (nelle ipotesi che entrambi i coniugi consensualmente aderiscano alle modifiche) fino ad arrivare a due-tre anni in caso di procedimento giudiziale (tenuto conto anche del numero di udienze necessarie).

 

COSTI DELLA MODIFICA DELLE CONDIZIONI DI SEPARAZIONE/DIVORZIO

A partire da € 340,00, a coniuge, per le pratiche non comportanti particolari complessità e avviate in maniera consensuale da parte di entrambi i coniugi.

Informazioni sui compensi

I compensi degli avvocati dello Studio Legale Solza non hanno una tariffa fissa, ma variano a seconda dell’attività legale che si rende necessaria.

Informazione sugli onorari